Home » Consorzio » Bandi emergenza abitativa
  • Bandi emergenza abitativa

    Il Consorzio ha predisposto i bandi a valere sulle risorse stanziate da Regione Lombardia con la DGR 6465/2017, che intende promuovere iniziative a sostegno delle famiglie per il mantenimento dell’abitazione in locazione o per la ricerca di nuove soluzioni abitative temporanee, volte al contenimento dell’emergenza abitativa.

    – “Bando pubblico per l’erogazione di contributi a favore degli inquilini con morosità incolpevole ridotta”  (MISURA 2):

    per morosità incolpevole deve intendersi la situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo in ragione della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare, non imputabile alla volontà dei soggetti, riconducibile, a titolo esemplificativo e non esaustivo, ad una delle seguenti cause: perdita del lavoro per licenziamento, accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell’orario di lavoro; cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale; mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici; cessazioni di attività libero-professionali o di imprese registrate, derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente; malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la necessità dell’impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali.

    L’entità del contributo è la seguente:

    • € 1.500,00 ad alloggio/contratto.
    • € 2.500,00 nel caso di disponibilità da parte del proprietario a modificare il canone in “concordato” o a rinegoziare a canone più basso.

    In entrambi i casi se la somma dovuta risultasse inferiore al contributo previsto al comma precedente, il beneficio sarà pari all’entità del debito.

    Documentazione:

     

    – “Bando pubblico per l’erogazione di contributi a favore di nuclei familiari“:

    a) con alloggio di proprietà all’asta a seguito di pignoramento per mancato pagamento delle rate di mutuo (MISURA 3):

    È prevista l’erogazione di un contributo a favore del nucleo famigliare proprietario di alloggio “all’asta” per individuare un alloggio in locazione per soddisfare le proprie esigenze abitative. Il contributo è volto a coprire le spese per la caparra e le prime mensilità di canone. Non sono ammesse le spese per le utenze (acqua, gas e luce) e le spese condominiali.

    L’entità del contributo è pari a € 2.000,00 ad alloggio/contratto.

    Documentazione:

    b) in locazione, il cui reddito provenga esclusivamente da pensione (MISURA 4):

    È prevista l’erogazione di un contributo al proprietario a scomputo dei canoni di locazione futuri, a fronte di un impegno a non aumentare il canone per 12 mesi o a rinnovare il contratto alle stesse condizioni se in scadenza.

    L’entità del contributo è pari a € 1.500,00 ad alloggio/contratto.

    Documentazione:

     

    Le domande devono essere presentate presso il Comune di residenza (Ufficio Servizi Sociali). Si veda il testo dei bandi con l’elenco completo della documentazione da produrre e dei requisiti per poter presentare la domanda.

    Le domande devono essere presentate dal 15 OTTOBRE 2017 fino ad esaurimento delle risorse disponibili e comunque non oltre il 30 ottobre 2018.